agevolazioni fiscali

Nuove tasse sulla casa saranno una nuova stangata? Decidono i comuni


La bomba è in mano ai Comuni, spetterà infatti a loro decidere se le nuove tasse sulla casa saranno una stangata per il portafoglio dei cittadini. Abbiamo appena dimenticato la tanto odiata Imu, che ecco che arrivo la Tasi, questa nuova tassa rappresenta per la prima casa un aggravio tra il 13 e il 60% in più rispetto al 2013, l’aliquota può variare tra l’1 per mille e il 2,5 per mille.

Moltissimi comuni hanno scelto il 2,5 per mille e sono tantissimi anche i capoluoghi di regione, che hanno deciso di aumentare ulteriormente di uno 0,8 arrivando al 3,3 per mille, città come Torino, Bologna, Ancona, Genova, Napoli che però hanno introdotto cospicue detrazioni.

Nelle città di Roma e Milano, i pagamenti slitteranno ad ottobre, per fare un esempio di quanto aumenta l’esborso sulla prima casa vediamo un esempio:

Una persona per un appartamento di medie dimensioni in un capoluogo di provincia, dove viene applicata l’aliquota massima di legge (senza lo 0,8 per mille), avrà un esborso complessivo, tassa rifiuti compresa, tra i 400 e i 600 euro.

Share on Facebook

Tags:

Piano casa governo Renzi


Un miliardo e 741 milioni di euro, questa la cifra stanziata per dare respiro alle famiglie che hanno perso la casa o sono in procinto di farlo, stanziamento che rientra nel piano per la casa del governo Renzi. La formula è:

-Meno tasse per chi decide di affittare a canone concordato con la cedolare secca
-Detrazioni fiscali più elevate per gli inquilini con i redditi più bassi
-Fondi per il recupero degli alloggi popolari

Nei primi sei mesi del 2013 sono arrivate già oltre 2.000 richieste di sfratto e quasi tutte per morosità, purtroppo per la maggior parte di questi casi, dovuto ad una perdita di reddito da lavoro. Sono oltre 8.000 le famiglie in lista di attesa per una casa popolare, il mercato immobiliare secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate ha perso l’8,9%. Continua »

Share on Facebook

Tags: ,

Acquisto al 50% per chi acquista mobili ed elettrodomestici per ristrutturazione

Bonus mobili 2014: lo sconto Irpef del 50%

Il decreto legge 4 giugno 2013, n. 63, entrato in vigore il 6 giugno 2013, contiene alcune misure dirette a favorire il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e il recupero del patrimonio edilizio.

Cos’è il bonus mobili?

Il bonus mobili è una detrazione Irpef del 50% applicata per chi acquista mobili ed elettrodomestici di classe energetica a consumo ridotto (A e A+), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione Irpef al 50% deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo e deve essere calcolata sull’importo massimo di 10mila euro.

Soggetti beneficiari – Per godere del bonus in questione è indispensabile realizzare una ristrutturazione edilizia, sia su singole unità immobiliari sia su parti comuni di edifici. Quindi i soggetti che possono godere della detrazione al 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici sono gli stesi soggetti che effettuano interventi di recupero sull’immobile che devono arredare.

Chi può chiederlo? Per quali interventi è ammesso?

La scadenza ha subito una proroga dal 31 dicembre 2013 al 31 dicembre 2014, di pari passo con la proroga della detrazione Irpef per interventi di ristrutturazione edilizia. La detrazione quindi spetta per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014.

Quali acquisti rientrano nella categoria? Continua »

Share on Facebook

Tags:

Agevolazioni fiscali rinnovabili: è online il nuovo Modello Conto Termico

È pronto il nuovo modello standard per l’eventuale cessione dei credito.

Il modello standard per la cessione dei crediti è stato pubblicato nella sezione Conto Energia Termico del sito del GSE (Gestore dei Servizi Energetici), nella sezione dedicata al Conto Energia Termico. Come riocorderete, si tratta di un documento che consente il trasferimento ad un altro soggetto degli incentivi per l’energia termica prodotta o risparmiata. La cessione dei crediti è prevista dall’art. 5 del contratto per il riconoscimento degli incentivi alle rinnovabili termiche di questo tipo, che deve essere stipulato con il Ministero dell’Ambiente e che è contenuto nelle regole applicative, aggiornate di recente. Il Conto Energia Termico prevede incentivi a favore di chi produce energia termica da fonti rinnovabili o effettua piccoli interventi per l’efficienza energetica.
Continua »

Share on Facebook

Tags: , , , ,

News: Vademecum operativo sul bonus arredi

È in arrivo nei CAF il Vademecum operativo sul bonus mobili: aggiornamento sull’agevolazione fiscale per l’acquisto di arredi.

Siglato un accordo tra FederlegnoArredo ed i sindacati Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil nazionali per la diffusione di un Vademecum e per l’assistenza fiscale dedicata alla loro fruizione. Gli obiettivi sono due: aiutare i cittadini ad usufruire della detrazione fiscale pari al 50% concessa in caso di acquisto fino a 10 mila euro di mobili ed elettrodomestici di classe A + (A nel caso dei forni) destinati a immobili oggetto di ristrutturazione agevolata e, nel contempo, dare nuova linfa vitale ad un comparto trainante dell’economia e della produttività come il settore legno-arredo. In particolare, l’accordo prevede la diffusione di un “Vademecum operativo” che fornisce chiarimenti sull’utilizzo delle detrazioni fiscali per l’acquisto di arredi destinati ad abitazioni soggette a ristrutturazione coinvolgendo i CAF (Centri di Assistenza Fiscale), che forniranno l’assistenza fiscale necessaria affinché i contribuenti possano fruire correttamente del beneficio fiscale.
Continua »

Share on Facebook

Tags: , , , ,

Ristrutturazioni edilizie e agevolazioni fiscali: aggiornamenti dall’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la Guida sulla fruizione delle agevolazioni fiscali che spettano a chi effettua interventi di riqualificazione energetica sugli edifici.

Nello specifico, l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la Guida allo scopo di chiarire quali sono le reali possibilità per l’accesso ai bonus concessi per la riqualificazione energetica degli immobili in base alle ultime novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, n. 147). Nella Guida l’Agenzia fa il punto in particolare sugli interventi ammessi, sugli adempimenti e sulle procedure per poter beneficiare delle agevolazioni fiscali concesse per il risparmio energetico (detrazioni dall’IRPEF e dall’IRES). Tra le principali novità della Legge di Stabilità figura la proroga fino al 31 dicembre 2014 della detrazione del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica di immobili ed edifici.
Continua »

Share on Facebook

Tags: , , , ,

Fisco, Casa e Condominio: aggiornamenti sugli ecobonus

Prorogati i termini per godere dei bonus 50% e 65% ed arredi.

Più tempo a disposizione per usufruire delle detrazioni d’imposta previste per la riqualificazione energetica degli edifici, il recupero del patrimonio edilizio e l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici destinati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. A definire i nuovi termini, il comma 139 dell’unico articolo della legge n. 147 del 2013 (Legge di Stabilità 2014″), che prolunga gli effetti dei bonus maggiorati per tutto il 2014 e ne prevede la permanenza anche per il 2015, con percentuali di poco ridotte. La detrazione dalle imposte sui redditi (Irpef o Ires) per le spese relative a interventi di riqualificazione energetica vengono stabilite nella misura del:
*65%, per quelle sostenute dal 6 giugno 2013 (entrata in vigore del Dl 63/2013) fino al 31 dicembre 2014
*50%, per quelle sostenute dall’1 gennaio al 31 dicembre 2015.

Continua »

Share on Facebook

Tags: , , , ,

Ristrutturazioni edilizie e agevolazioni fiscali: aggiornamenti dall’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la Guida sulla fruizione delle agevolazioni fiscali che spettano a chi effettua interventi di riqualificazione energetica sugli edifici.

Nello specifico, l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la Guida allo scopo di chiarire quali sono le reali possibilità per l’accesso ai bonus concessi per la riqualificazione energetica degli immobili in base alle ultime novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, n. 147). Nella Guida l’Agenzia fa il punto in particolare sugli interventi ammessi, sugli adempimenti e sulle procedure per poter beneficiare delle agevolazioni fiscali concesse per il risparmio energetico (detrazioni dall’IRPEF e dall’IRES). Tra le principali novità della Legge di Stabilità figura la proroga fino al 31 dicembre 2014 della detrazione del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica di immobili ed edifici.
Continua »

Share on Facebook

Tags: , , , ,

Il Bonus Arredi: le novità con la legge di Stabilità

Il Bonus Arredi è una delle novità introdotte nella Legge di Stabilità in sede di Commissione.

La spesa per i lavori di ristrutturazione è agevolata al 50%, fino a un tetto massimo di 96mila euro per lavori entro il 31 dicembre 2014. Quella per gli arredi, su un tetto massimo detraibili di 10mila euro, sarà ora agevolata solo in caso che i lavori superino questo limite. Se invece il costo della ristrutturazione è più basso, la detrazione sull’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici si applicherà su un pari ammontare. Si ricorda che per accedere al Bonus Arredi, prorogato dalla Legge di Stabilità al 2014, è necessario che l’acquisto riguardi l’arredamento di un immobile oggetto di interventi di ristrutturazione.
Continua »

Share on Facebook

Tags: , , , ,

Casa e Fisco: agevolazioni fiscali per arredi ed elettrodomestici

L’Agenzia delle Entrate chiarisce come beneficiare del bonus per l’acquisto di arredi ed elettrodomestici per gli immobili da ristrutturare (Circolare 29/E del 18 settembre 2013).

Sono giunti i tanto attesi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sull’applicazione del bonus arredi. Infatti, è stata diffusa la circolare n. 29/E del 18 settembre 2013, la quale contiene utili informazioni anche per il godimento delle agevolazioni fiscali riferite agli interventi di efficienza energetica e di ristrutturazione edilizia. I contribuenti che fruiscono della detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio possono fruire di un’ulteriore riduzione d’imposta per l’acquisto di mobili, nonché per l’acquisto di grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione.
Continua »

Share on Facebook

Tags: , , , ,

Pagina successiva »